CIRCOLARE N.10/2020

0 Comments

NEWS DEL MESE [GIUGNO 2020]

COVID 19 – EMERSIONE BRACCIANTI, COLF E BADANTI
(D.L. 34 del 19.05.2020 – G.U. n. 128 del 19.05.2020 – Ministero dell’ Interno, D.M. 27.05.2020 – Ministero dell’ Interno, Circolari del 30.05.2020 e n. 400/C/2020 del 30.05.2020 – INPS, Circolare n. 68 del 31.05.2020 – INPS, Messaggio 2327 del 04.06.2020 – Agenzia delle Entrate, Risoluzione n. 27/E del 29.05.2020)

Il Decreto Rilancio ha previsto una sanatoria nei confronti dei lavoratori operanti nel settore dell’ agricoltura (compreso allevamento, zootecnia, pesca e acquacoltura come da elenco codici Ateco allegato al D.M. del 27.05.2020) e nel settore di assistenza alla persona e lavoro domestico (colf, badanti, ecc.).

Presso lo SPORTELLO UNICO DELL’ IMMIGRAZIONE il datore di lavoro potrà:
 regolarizzare rapporti di lavoro con cittadini extracomunitari;
 stipulare un contratto di lavoro con cittadini extracomunitari privi di permesso di soggiorno.
Presso l’ INPS il datore di lavoro potrà regolarizzazione rapporti di lavoro con cittadini italiani e della UE.
Il contratto di lavoro potrà essere sia a tempo determinato che a tempo indeterminato.
I rapporti di lavoro domestici potranno stipulare contratti part-time (con reddito non inferiore a €. 459,83 annui) mentre nel settore dell’ agricoltura i contratti dovranno essere a tempo pieno.

CIRCOLARE N.10/2020

n.10 Giugno

SCARICA L’ ALLEGATO

CIRCOLARE N.9/2020

0 Comments

NEWS DEL MESE [GIUGNO 2020]

COVID 19 – DECRETO RILANCIO
(D.L. 34 del 19.05.2020 – G.U. n. 128 del 19.05.2020 – Ispettorato Nazionale del Lavoro, nota n. 160 del 03.06.2020)

Lo scorso 19.05.2020 c.d. Decreto Rilancio (pubblicato in Gazzetta Ufficiale il giorno stesso ed entrato il vigore il giorno successivo) è intervenuto anche nella gestione dei rapporti di lavoro:

In particolare:
a) è stato prorogato al 17 agosto 2020 il divieto di licenziamento per giustificato motivo oggettivo;
b) è possibile prorogare o rinnovare contratti a tempo determinato (anche in somministrazione) in essere al 23 febbraio 2020 (sono esclusi quelli stipulati per la prima volta dopo il 23.02.2020).
La proroga o il rinnovo, sempre nel rispetto del limite dei 24 mesi, potrà essere acausale a condizione che il contratto cessi entro il 30 agosto;
c) è stata estesa la durata degli ammortizzatori sociali di ulteriori 9 settimane: le prime cinque potranno essere richieste entro il 31.08.2020 e le restanti 4 nel periodo dall’ 01.09.2020 al 31.10.2020.
Le imprese operanti nei settori turismo, fiere e congressi, parchi divertimento, spettacolo dal vivo e sale cinematografiche potranno usufruire di tutte le 9 settimane entro il 31.08.2020;

CIRCOLARE N.9/2020

n.9 Giugno

SCARICA L’ ALLEGATO

CIRCOLARE N.8/2020

0 Comments

NEWS DEL MESE [MAGGIO 2020]

COVID 19 – TUTELA INFORTUNISTICA INAIL
(INAIL, Circolare n. 13 del 03.04.2020)

Il DL 18 del 17 marzo 2020 ha previsto che “nei casi accertati di infezione da coronavirus in occasione di lavoro, il medico certificatore redige il consueto certificato di infortunio e lo invia telematicamente all’Inail che assicura, ai sensi delle vigenti disposizioni, la relativa tutela dell’infortunato.Le prestazioni Inail nei casi accertati di infezioni da coronavirus in occasione di lavoro sono erogate anche per il periodo di quarantena o di permanenza domiciliare fiduciaria dell’infortunato con la conseguente astensione dal lavoro”.

CIRCOLARE N.8/2020

n.8 Maggio

SCARICA L’ ALLEGATO

CIRCOLARE N.7/2020

0 Comments

NEWS DEL MESE [MAGGIO 2020]

LAVORI USURANTI

(D.LGS N. 67 del 21.04.2011 – Ministero del Lavoro, Circolari nn. 15 del 20.06.2011 e 22 del 10.08.2011 – Ministero del Lavoro, Note nn. 1874 del 31.03.2016e 1160 del 19.03.2020 – INPS, Messaggi nn. 12693 del 10.06.2011 e 16762 del 25.08.2011)

Anche quest’ anno permane l’ obbligo, da parte del datore di lavoro, di comunicare, alla Direzione Territoriale  del  Lavoro  competente  per territorio ed al competente Istituto Previdenziale:

  1. a) entro il 30 maggio 2020 l’ impiego nel corso del 2019 di lavoratori addetti all’esecuzione di lavori usuranti: lavoro notturno, lavoro a catena e conduzione di veicoli adibiti a servizio pubblico di trasporto collettivo.

La suddetta comunicazione deve essere predisposta esclusivamente per fini statistici e, con riferimento ai lavoratori notturni, deve indicare per ogni dipendente il numero delle giornate di lavoro notturno.

CIRCOLARE N.7/2020

n.7 Maggio

SCARICA L’ ALLEGATO

CIRCOLARE N.6/2020

0 Comments

NEWS DEL MESE [FEBBRAIO 2020]

LEGGE DI STABILITA’ E DECRETO FISCALE
(L. 157 del 19.12.2019 – G.U. 301 del 24.12.2019 – L. 160 del 27.12.2019 – G.U. 304 del 30.12.2019)

A seguito della definitiva approvazione della Legge di Stabilità 2020 e del Decreto Fiscale, con la presente si ritiene opportuno anticipare, in attesa di futuri chiarimenti interpretativi, le principali novità introdotte in tema di rapporto di lavoro unitamente ad altri interventi normativi che sono entrati o che entreranno in vigore nel corso del 2020:
 SGRAVIO CONTRIBUTIVO TRIENNALE: viene estenso alle annualità 2019 e 2020 l’esonero per l’assunzione di soggetti di età compresa tra 30 e 34 anni nel limite massimo di importo pari a 3.000 euro su base annua (al momento mancano le istruzioni per il recupero di quanto spettante per l’ anno 2019);
 INCENTIVO ALL’ OCCUPAZIONE STABILE DI NEOLAUREATI: è prorogata a tutto il 2020 l’ esonero contributivo previsto per le c.d. “giovani eccellenze” previsto nella Legge di Stabilità 2019;
 BUONI PASTO: a decorrere dall’ 01.01.2020 il limite di esenzione dei buoni pasto cartacei passa da €. 5,29 a €. 4,00 e di quello dei buoni pasto elettronici passa da €. 7,00 a €. 8,00;
 SGRAVIO CONTRIBUTIVO APPRENDISTI DI PRIMO LIVELLO: è prevista uno sgravio contributivo triennale nei confronti dei contratti di apprendistato di primo livello assunti dall’ 01.01.2020 da datori di lavoro che abbiano alle proprie dipendenze non più di 9 lavoratori;
12.2019)

CIRCOLARE N.6/2020

n.6 Febbraio

SCARICA L’ ALLEGATO

CIRCOLARE N.5/2020

0 Comments

NEWS DEL MESE [GENNAIO 2020]

TRASFERTISTI
(INPS, Circolare n. 158 del 23.12.2019)

L’ INPS ha fornito chiarimenti in merito agli elementi identificativi dei c.d. trasfertisti (lavoratori tenuti per contratto all’ espletamento delle attività lavorative in luoghi sempre variabili e diversi) ai fini dell’applicabilità del corretto regime contributivo.
Infatti, i lavoratori subordinati possono essere chiamati a svolgere la propria attività in un luogo diverso dalla sede di lavoro.
In tali casi, a seconda delle modalità e del luogo di svolgimento della prestazione, nonché degli impegni contrattuali assunti dalle parti, si possono configurare le due fattispecie della trasferta “occasionale” ovvero della trasferta “strutturale o per contratto” prevista per i c.d. trasfertisti.

CIRCOLARE N.5/2020

n.5 Gennaio

SCARICA L’ ALLEGATO

CIRCOLARE N.4/2020

0 Comments

NEWS DEL MESE [GENNAIO 2020]

AGEVOLAZIONE INAIL – MODELLO OT23 (ex OT24)
(DM 27.02.2019 – INAIL, Sito Internet)

L’ introduzione della nuova tariffa premi non ha sostanzialmente modificato (se non cambiandone il nome da OT24 a OT23) la possibilità da parte del l’ INAIL di premiare i datori di lavoro che abbiano effettuato, nell’ anno solare quello di presentazione della domanda (2019), interventi per il miglioramento delle condizioni di sicurezza e di igiene nei luoghi di lavoro, in aggiunta a quelli previsti dalla normativa in materia.
A differenza del passato è possibile chiedere la riduzione qualunque sia l’anzianità dell’attività aziendale, anche nel primo biennio di attività della posizione assicurativa territoriale (PAT).
1. Entità:
Nei primi due anni dalla data di inizio attività della PAT, la riduzione è applicata nella misura fissa dell’otto per cento.
Dopo il primo biennio di attività della PAT, la percentuale di riduzione del tasso medio di tariffa è determinata in relazione al numero dei lavoratori-anno del triennio della medesima PAT.

CIRCOLARE N.4/2020

n.4 Gennaio_Inail OT23

SCARICA L’ ALLEGATO

CIRCOLARE N.3/2020

0 Comments

NEWS DEL MESE [GENNAIO 2020]

COMUNICAZIONE PERIODICA LAVORATORI SOMMINISTRATI
(D.Lgs 81/2015)

Salvo diversa previsione del CCNL applicato in azienda (e salvo proroga), il prossimo 31 gennaio scade il termine per l’ effettuazione della comunicazione periodica dei lavoratori somministrati (ex interinali) prevista dall’ art. 36 del D.Lgs. 81/2015.
Pertanto, l’ utilizzatore è tenuto a comunicare annualmente alle RSU/RSA ovvero, in loro assenza, alle Organizzazioni Sindacali comparativamente più rappresentative sul piano nazionale, il numero dei contratti di somministrazione stipulati nel 2019, la durata degli stessi, il numero e la qualifica dei lavoratori interessati.
Il mancato adempimento del suddetto obbligo è sanzionato con una sanzione amministrativa pecuniaria di importo variabile da €. 250,00 ad €. 1.250,00.

CIRCOLARE N.3/2020

n.3 Gennaio_comunicazione somministrati

SCARICA L’ ALLEGATO

CIRCOLARE N.2/2020

0 Comments

NEWS DEL MESE [GENNAIO 2020]

DECRETO FISCALE: APPALTI E SUBAPPALTI
(L. 157 del 19.12.2019 – G.U. 301 del 24.12.2019 – D.L. 124 del 26.10.2019 – AGENZIA DELLE ENTRATE, Risoluzioni nn. 108/E del 23.12.2019 e 109/E del 24.12.2019)

Continuiamo, anche in questo caso in attesa di futuri chiarimenti interpretativi, sulla seconda novità introdotta in tema di rapporto di lavoro dal Decreto Fiscale.
L’articolo 4 del c.d. Decreto Fiscale ha introdotto importanti novità in relazione alla gestione dei pagamenti delle ritenute effettuate nei confronti dei lavoratori impiegati nell’ esecuzione di “contratti di appalto, subappalto, affidamento a soggetti consorziati o rapporti negoziali comunque denominati caratterizzati da prevalente utilizzo di manodopera presso le sedi di attività del committente con l’utilizzo di beni strumentali di proprietà di quest’ultimo o ad esso riconducibili in qualunque forma”.
REQUISITI: sono soggetti i contratti:
1. di appalto, subappalto o comunque denominati;
2. caratterizzati da un prevalente utilizzo di manodopera;
3. eseguiti presso la sede del committente;
4. con l’ utilizzo di beni strumentali proprietà del committente o a lui comunque riconducibili;
5. di importo complessivo annuo superiore a €. 200.000.
RESTANO ESCLUSI i contratti affidati in esecuzione ad imprese che:
1. risultino in attività da almeno tre anni;
2. siano in regola con gli obblighi dichiarativi;
3. abbiano eseguito nel corso dei periodi d’imposta cui si riferiscono le dichiarazioni dei redditi presentate nell’ultimo triennio versamenti per un importo non inferiore al 10% dell’ammontare dei ricavi o compensi dichiarati;
4. non abbiano iscrizioni a ruolo o accertamenti esecutivi o avvisi di addebito affidati agli agenti della riscossione relativi alle imposte sui redditi, all’imposta regionale sulle attività produttive, alle ritenute e ai contributi previdenziali per importi superiori ad €. 50.000, per i quali i termini di pagamento siano scaduti e siano ancora dovuti pagamenti o non siano in essere provvedimenti di sospensione (restano esclusi i piani di rateazione regolarmente in essere).

CIRCOLARE N.2/2020

n.2 Gennaio_Appalti e Subappalti

SCARICA L’ ALLEGATO

CIRCOLARE N.1/2020

0 Comments

NEWS DEL MESE [GENNAIO 2020]

DECRETO FISCALE: PRESENTAZIONE DI F24 CON COMPENSAZIONI DI CREDITI D’IMPOSTA
(L. 157 del 19.12.2019 – G.U. 301 del 24.12.2019 – D.L. 124 del 26.10.2019 – AGENZIA DELLE ENTRATE, Risoluzione n. 110/E del 31.12.2019)

In attesa di chiarimenti sulle novità introdotte dalla Legge di stabilità 2020, con la presente si ritiene opportuno anticipare, in attesa di futuri chiarimenti interpretativi, le principali novità introdotte in tema di rapporto di lavoro dal Decreto Fiscale.
L’articolo 3, commi da 1 a 3, del c.d. Decreto Fiscale ha introdotto alcune novità in relazione alle modalità e alle procedure da seguire per la presentazione dei modelli F24 che contengono crediti d’imposta utilizzati in compensazione.
In particolare:
1. OBBLIGO DI PREVENTIVA PRESENTAZIONE DELLA DICHIARAZIONE DA CUI EMERGE IL CREDITO: è esteso ai crediti utilizzati in compensazione tramite modello F24 per importi superiori a €. 5.000 annui l’obbligo di preventiva presentazione della dichiarazione da cui emerge il credito (in precedenza tale obbligo era previsto solo per l’utilizzo in compensazione dei crediti IVA).
Pertanto, a decorrere dai crediti maturati nel periodo di imposta in corso al 31.12.2019, il credito potrà essere compensato a decorrere dal decimo giorno successivo a quello di corretta presentazione all’Agenzia delle Entrate della dichiarazione o dell’istanza da cui emerge il credito stesso.

CIRCOLARE N.1/2020

n.1 Gennaio_F24

SCARICA L’ ALLEGATO