CIRCOLARE N.6/2020

0 Comments

NEWS DEL MESE [FEBBRAIO 2020]

LEGGE DI STABILITA’ E DECRETO FISCALE
(L. 157 del 19.12.2019 – G.U. 301 del 24.12.2019 – L. 160 del 27.12.2019 – G.U. 304 del 30.12.2019)

A seguito della definitiva approvazione della Legge di Stabilità 2020 e del Decreto Fiscale, con la presente si ritiene opportuno anticipare, in attesa di futuri chiarimenti interpretativi, le principali novità introdotte in tema di rapporto di lavoro unitamente ad altri interventi normativi che sono entrati o che entreranno in vigore nel corso del 2020:
 SGRAVIO CONTRIBUTIVO TRIENNALE: viene estenso alle annualità 2019 e 2020 l’esonero per l’assunzione di soggetti di età compresa tra 30 e 34 anni nel limite massimo di importo pari a 3.000 euro su base annua (al momento mancano le istruzioni per il recupero di quanto spettante per l’ anno 2019);
 INCENTIVO ALL’ OCCUPAZIONE STABILE DI NEOLAUREATI: è prorogata a tutto il 2020 l’ esonero contributivo previsto per le c.d. “giovani eccellenze” previsto nella Legge di Stabilità 2019;
 BUONI PASTO: a decorrere dall’ 01.01.2020 il limite di esenzione dei buoni pasto cartacei passa da €. 5,29 a €. 4,00 e di quello dei buoni pasto elettronici passa da €. 7,00 a €. 8,00;
 SGRAVIO CONTRIBUTIVO APPRENDISTI DI PRIMO LIVELLO: è prevista uno sgravio contributivo triennale nei confronti dei contratti di apprendistato di primo livello assunti dall’ 01.01.2020 da datori di lavoro che abbiano alle proprie dipendenze non più di 9 lavoratori;
12.2019)

CIRCOLARE N.6/2020

n.6 Febbraio

SCARICA L’ ALLEGATO

CIRCOLARE N.5/2020

0 Comments

NEWS DEL MESE [GENNAIO 2020]

TRASFERTISTI
(INPS, Circolare n. 158 del 23.12.2019)

L’ INPS ha fornito chiarimenti in merito agli elementi identificativi dei c.d. trasfertisti (lavoratori tenuti per contratto all’ espletamento delle attività lavorative in luoghi sempre variabili e diversi) ai fini dell’applicabilità del corretto regime contributivo.
Infatti, i lavoratori subordinati possono essere chiamati a svolgere la propria attività in un luogo diverso dalla sede di lavoro.
In tali casi, a seconda delle modalità e del luogo di svolgimento della prestazione, nonché degli impegni contrattuali assunti dalle parti, si possono configurare le due fattispecie della trasferta “occasionale” ovvero della trasferta “strutturale o per contratto” prevista per i c.d. trasfertisti.

CIRCOLARE N.5/2020

n.5 Gennaio

SCARICA L’ ALLEGATO

CIRCOLARE N.4/2020

0 Comments

NEWS DEL MESE [GENNAIO 2020]

AGEVOLAZIONE INAIL – MODELLO OT23 (ex OT24)
(DM 27.02.2019 – INAIL, Sito Internet)

L’ introduzione della nuova tariffa premi non ha sostanzialmente modificato (se non cambiandone il nome da OT24 a OT23) la possibilità da parte del l’ INAIL di premiare i datori di lavoro che abbiano effettuato, nell’ anno solare quello di presentazione della domanda (2019), interventi per il miglioramento delle condizioni di sicurezza e di igiene nei luoghi di lavoro, in aggiunta a quelli previsti dalla normativa in materia.
A differenza del passato è possibile chiedere la riduzione qualunque sia l’anzianità dell’attività aziendale, anche nel primo biennio di attività della posizione assicurativa territoriale (PAT).
1. Entità:
Nei primi due anni dalla data di inizio attività della PAT, la riduzione è applicata nella misura fissa dell’otto per cento.
Dopo il primo biennio di attività della PAT, la percentuale di riduzione del tasso medio di tariffa è determinata in relazione al numero dei lavoratori-anno del triennio della medesima PAT.

CIRCOLARE N.4/2020

n.4 Gennaio_Inail OT23

SCARICA L’ ALLEGATO

CIRCOLARE N.3/2020

0 Comments

NEWS DEL MESE [GENNAIO 2020]

COMUNICAZIONE PERIODICA LAVORATORI SOMMINISTRATI
(D.Lgs 81/2015)

Salvo diversa previsione del CCNL applicato in azienda (e salvo proroga), il prossimo 31 gennaio scade il termine per l’ effettuazione della comunicazione periodica dei lavoratori somministrati (ex interinali) prevista dall’ art. 36 del D.Lgs. 81/2015.
Pertanto, l’ utilizzatore è tenuto a comunicare annualmente alle RSU/RSA ovvero, in loro assenza, alle Organizzazioni Sindacali comparativamente più rappresentative sul piano nazionale, il numero dei contratti di somministrazione stipulati nel 2019, la durata degli stessi, il numero e la qualifica dei lavoratori interessati.
Il mancato adempimento del suddetto obbligo è sanzionato con una sanzione amministrativa pecuniaria di importo variabile da €. 250,00 ad €. 1.250,00.

CIRCOLARE N.3/2020

n.3 Gennaio_comunicazione somministrati

SCARICA L’ ALLEGATO

CIRCOLARE N.2/2020

0 Comments

NEWS DEL MESE [GENNAIO 2020]

DECRETO FISCALE: APPALTI E SUBAPPALTI
(L. 157 del 19.12.2019 – G.U. 301 del 24.12.2019 – D.L. 124 del 26.10.2019 – AGENZIA DELLE ENTRATE, Risoluzioni nn. 108/E del 23.12.2019 e 109/E del 24.12.2019)

Continuiamo, anche in questo caso in attesa di futuri chiarimenti interpretativi, sulla seconda novità introdotta in tema di rapporto di lavoro dal Decreto Fiscale.
L’articolo 4 del c.d. Decreto Fiscale ha introdotto importanti novità in relazione alla gestione dei pagamenti delle ritenute effettuate nei confronti dei lavoratori impiegati nell’ esecuzione di “contratti di appalto, subappalto, affidamento a soggetti consorziati o rapporti negoziali comunque denominati caratterizzati da prevalente utilizzo di manodopera presso le sedi di attività del committente con l’utilizzo di beni strumentali di proprietà di quest’ultimo o ad esso riconducibili in qualunque forma”.
REQUISITI: sono soggetti i contratti:
1. di appalto, subappalto o comunque denominati;
2. caratterizzati da un prevalente utilizzo di manodopera;
3. eseguiti presso la sede del committente;
4. con l’ utilizzo di beni strumentali proprietà del committente o a lui comunque riconducibili;
5. di importo complessivo annuo superiore a €. 200.000.
RESTANO ESCLUSI i contratti affidati in esecuzione ad imprese che:
1. risultino in attività da almeno tre anni;
2. siano in regola con gli obblighi dichiarativi;
3. abbiano eseguito nel corso dei periodi d’imposta cui si riferiscono le dichiarazioni dei redditi presentate nell’ultimo triennio versamenti per un importo non inferiore al 10% dell’ammontare dei ricavi o compensi dichiarati;
4. non abbiano iscrizioni a ruolo o accertamenti esecutivi o avvisi di addebito affidati agli agenti della riscossione relativi alle imposte sui redditi, all’imposta regionale sulle attività produttive, alle ritenute e ai contributi previdenziali per importi superiori ad €. 50.000, per i quali i termini di pagamento siano scaduti e siano ancora dovuti pagamenti o non siano in essere provvedimenti di sospensione (restano esclusi i piani di rateazione regolarmente in essere).

CIRCOLARE N.2/2020

n.2 Gennaio_Appalti e Subappalti

SCARICA L’ ALLEGATO

CIRCOLARE N.1/2020

0 Comments

NEWS DEL MESE [GENNAIO 2020]

DECRETO FISCALE: PRESENTAZIONE DI F24 CON COMPENSAZIONI DI CREDITI D’IMPOSTA
(L. 157 del 19.12.2019 – G.U. 301 del 24.12.2019 – D.L. 124 del 26.10.2019 – AGENZIA DELLE ENTRATE, Risoluzione n. 110/E del 31.12.2019)

In attesa di chiarimenti sulle novità introdotte dalla Legge di stabilità 2020, con la presente si ritiene opportuno anticipare, in attesa di futuri chiarimenti interpretativi, le principali novità introdotte in tema di rapporto di lavoro dal Decreto Fiscale.
L’articolo 3, commi da 1 a 3, del c.d. Decreto Fiscale ha introdotto alcune novità in relazione alle modalità e alle procedure da seguire per la presentazione dei modelli F24 che contengono crediti d’imposta utilizzati in compensazione.
In particolare:
1. OBBLIGO DI PREVENTIVA PRESENTAZIONE DELLA DICHIARAZIONE DA CUI EMERGE IL CREDITO: è esteso ai crediti utilizzati in compensazione tramite modello F24 per importi superiori a €. 5.000 annui l’obbligo di preventiva presentazione della dichiarazione da cui emerge il credito (in precedenza tale obbligo era previsto solo per l’utilizzo in compensazione dei crediti IVA).
Pertanto, a decorrere dai crediti maturati nel periodo di imposta in corso al 31.12.2019, il credito potrà essere compensato a decorrere dal decimo giorno successivo a quello di corretta presentazione all’Agenzia delle Entrate della dichiarazione o dell’istanza da cui emerge il credito stesso.

CIRCOLARE N.1/2020

n.1 Gennaio_F24

SCARICA L’ ALLEGATO

CIRCOLARE N.14/2019

0 Comments

NEWS DEL MESE [DICEMBRE 2019]

AGEVOLAZIONE INAIL – MODELLO OT23 (ex OT24)
(DM 27.02.2019 – INAIL, Sito Internet)

L’ introduzione della nuova tariffa premi non ha sostanzialmente modificato (se non cambiandone il nome da OT24 a OT23) la possibilità da parte del l’ INAIL di premiare i datori di lavoro che abbiano effettuato, nell’ anno solare quello di presentazione della domanda (2019), interventi per il miglioramento delle condizioni di sicurezza e di igiene nei luoghi di lavoro, in aggiunta a quelli previsti dalla normativa in materia.
A differenza del passato è possibile chiedere la riduzione qualunque sia l’anzianità dell’attività aziendale, anche nel primo biennio di attività della posizione assicurativa territoriale (PAT).
1. Entità:
Nei primi due anni dalla data di inizio attività della PAT, la riduzione è applicata nella misura fissa dell’otto per cento.
Dopo il primo biennio di attività della PAT, la percentuale di riduzione del tasso medio di tariffa è determinata in relazione al numero dei lavoratori-anno del triennio della medesima PAT.
In particolare:

Lavoratori anno Riduzione
Fino a 10 28%
Da 11 a 50 18%
Da 51 a 200 10%
Oltre 200 5%


CIRCOLARE N.14/2019

n.17 Dicembre

SCARICA L’ ALLEGATO

CIRCOLARE N.13/2019

0 Comments

NEWS DEL MESE [DICEMBRE 2019]

PRESENTAZIONE TELEMATICA DELLE DELEGHE F24
(Decreto Legge n. 124 del 26.10.2019 – Fondazione Studi dei Consulenti del Lavoro, Parere n.2 del 15.11.2019)

Si ritiene opportuno anticipare alcune previsioni del D.L. 124/2019 (c.d. Decreto Fiscale 2020) che, seppur non ancora definitive in quanto in corso di approvazione, produrranno importanti effetti per le deleghe F24 in pagamento a decorrere dal 29 dicembre.
In particolare, l’ ultima versione dell’ art. 3 a nostra disposizione prevede:
– la compensazione in F24 di crediti superiori ad €. 5.000,00 sarà subordinata al visto di conformità e alla preventiva presentazione della relativa dichiarazione fiscale;
– l’ utilizzo esclusivo dei sistemi telematici dell’ Agenzia delle Entrate per il recupero di tutte le somme a credito in relazione alla gestione del rapporto di lavoro subordinato (es: Bonus Renzi, rimborso 730, ecc.).
Il Decreto Fiscale interviene anche dettando particolari oneri a carico dei soggetti coinvolti in un contratto di appalto che, visti i loro rilevanti effetti pratici, ci riserviamo di esaminare successivamente alla sua definitiva conversione in legge.

CIRCOLARE N.13/2019

n. 16 Dicembre

SCARICA L’ ALLEGATO

CIRCOLARE N.12/2019

0 Comments

NEWS DEL MESE [SETTEMBRE 2019]

REDDITO DI CITTADINANZA
(Ministero del Lavoro, Decreto 23.07.2019 – Ispettorato Nazionale del Lavoro, Circolare n. 8 del 24.07.2019 – INPS, Circolare n. 104 del 19.07.2019)

Segnaliamo alcuni interventi in relazione al Reddito Di Cittadinanza:
Ministero del lavoro: ha approvato le linee guida per la definizione dei Patti per l’ Inclusione Sociale.

Ispettorato Nazionale del Lavoro: ha fornito indicazioni al proprio personale ispettivo per le attività di controllo successive alla concessione del RDC, con particolare riferimento all’accertamento dello svolgimento di prestazioni di lavoro “in nero”.
Ferme restando le sanzioni penali previste per i percettori del RDC, viene ribadito l’ aumento del 20% degli importi della c.d. maxisanzione per l’ impiego di lavoratori “in nero” e la non diffidabilità dell’illecito.
Inoltre, essendo possibile l’assunzione del lavoratore che fruisce il RDC, ai fini della revoca del provvedimento di sospensione dell’attività, il datore di lavoro dovrà procedere alla regolarizzazione amministrativa e contributiva del periodo lavorativo “in nero” accertato.

CIRCOLARE N.13/2019

n.15 Settembre

SCARICA L’ ALLEGATO

CIRCOLARE N.11/2019

0 Comments

NEWS DEL MESE [LUGLIO 2019]

PREMI DI RISULTATO: DETASSAZIONE E WELFARE
(Agenzia delle Entrate, Interpelli nn. 205 del 25.06.2019 e 212 del 27.05.2019)

Con le risposte ad interpelli in esame l’ Agenzia delle Entrate ha precisato quanto segue:

Detassazione: la durata del “periodo congruo” all’ interno del quale deve essere verificato l’ incremento di produttività, redditività, ecc. è rimessa alla contrattazione di secondo livello e può essere indifferentemente annuale, infrannuale o ultrannuale dal momento che ciò che rileva è che il risultato conseguito dall’azienda in tale periodo sia misurabile e risulti migliore rispetto al risultato antecedente l’inizio del periodo stesso.
Pertanto, ai fini dell’ applicazione dell’aliquota agevolata del 10% non è sufficiente che l’obiettivo prefissato dalla contrattazione di secondo livello sia raggiunto, dal momento che sono, altresì, necessarie le seguenti condizioni:
• il risultato conseguito dall’azienda risulti incrementale rispetto al risultato antecedente l’inizio del periodo di maturazione del premio;
• la maturazione del premio, e non solo la relativa erogazione, avvenga successivamente alla stipula del contratto, sulla base del raggiungimento degli obiettivi incrementali.

CIRCOLARE N.11/2019

n.12 Luglio

SCARICA L’ ALLEGATO